Scopriamo insieme cosa lega Amelia ai personaggi antichi che hanno lasciato un segno indelebile fino ai nostri giorni


Amerini! Spesso quando un cittadino di Amelia incontra un forestiero, parlando del nostro stupendo paese, è solito dover rispondere alla fatidica domanda: "Come si chiamano gli abitanti di Amelia?". E' un dubbio logico a cui dare una risposta: Amelini? Ameliani? Alla risposta seguono un momento di silenzio e subito dopo richieste di spiegazioni.

Una fondazione leggendaria

La prossima volta potrai finalmente affermare con orgoglio che il nome degli abitanti di Amelia proviene dal mitico fondatore della città: Ameroe, leggendario figlio di Atlante, il quale si stanziò in questo territorio con la sua gente.

Secondo Catone il Censore, infatti, nel 1134 a.C., prima della fondazione di Roma, una comunità si insediò per la prima volta in quest'area e la chiamò Ameria.

Nacque, così, una delle città più antiche di Italia, che aveva il vantaggio di essere facilmente difendibile, poiché situata su una collina, e ricca di acqua, trovandosi vicino all'odierno Rio Grande che sfocia a pochi chilometri nel fiume Tevere.

Ma questa è una leggenda  per raccontare  al nostro curioso amico una storia fantastica che lo invogli a visitare  i nostri luoghi, si può dubitare della sua veridicità!

Approfondendo la storia  si puo scoprire che il Re Ameroe sia invece una donna, chiamata anche Merope o Elettra,  sposa di Giano Secondo a sua volta Re degli Umbro-Etrsuchi, espulsa dai popoli siculi che dallo sconforto nella quale era immersa, prese il nome di Amar, nome del luogo in cui si ritirò.

La città tra le più antiche di Italia

La prima fondazione di Amelia si crede sia stata 964 anni prima della guerra di Perseo. In quegli anni gli Etruschi colonizzavano le zone di Umbria, Marche e Toscana, insediandosi nei luoghi più alti e con corsi di acqua adiacenti, chiamando solitamente i loro villaggi con nomi comuni.

La lingua di questi popoli aveva forti influssi orientali, in quanto erano i primi colonizzatori che dal medioriente si stabilivano in Italia, così Ameria, se si vuole, può essere identificata nella radice del nome Amar che in Arabo significa casa.

A testimoniare la leggendaria antichità di Amelia, è la presenza delle imponenti Mura Megalitiche, risalenti al VII-VI secolo a.c., di cui uno scorcio si può ammirare vicino alla Porta della Valle.

Questo è uno degli elementi che confermano la teoria di Ameria come uno tra i primi centri italici.

Successivamente, per rendere la città difendibile dalle incursioni dei popoli vicini, nel VI-IV secolo a.C. vennero costruite le famose mura poligonali, il monumento archeologico più rilevante della città. 

Ti è piaciuto questo articolo

L'articolo riguardo la storia dell'antica Ameria è giunto al termine, se ti è piaciuto e vuoi scoprire altri segreti custoditi nella storia del nostro paese, condividilo con i tuoi amici con il tuo supporto andremo avanti nella ricerca.

Lascia un commento per aggiungere altre informazioni utili. Per rimanere aggiornato su questa tematica e avere in bacheca i nostri contenuti metti un mi piace alla pagina.

Amelia online è un nuovo luogo panoramico che ha lo scopo di dare visibilità alle attività e al patrimonio del territorio amerino.

Per maggiori informazioni invia una mail a info@ameliaonline.it e verrai ricontattato in breve tempo.